Il materiale indispensabile per il campeggio e il bivacco

(41)

Hai bisogno di una mano per non dimenticare nulla prima della partenza? Perché non usare la nostra checklist del materiale indispensabile del campeggio? Vedrai che tra bivacco e campeggio, le tue esigenze saranno molto diverse ed è meglio essere ben informati prima di fare i bagagli e andare a dormire all'aria aperta.

Cominciamo con l'attività del campeggio, che offre una maggiore flessibilità relativamente all'attrezzatura. Spesso non c'è bisogno di portare il materiale per lunghe distanze, in questo modo potrete permettervi piccoli comfort.

Per il campeggio, il materiale indispensabile è:

- Tenda: per sceglierla, prendi in considerazione il numero di persone che vi dormiranno, le condizioni climatiche che si dovranno affrontare e la facilità di montaggio desiderata. Se è possibile, opta per una tenda che offre ampio spazio in camere parallele, per una maggiore facilità d'uso. E se hai dubbi sulla scelta, Jean-Baptiste, responsabile di prodotto tende ti spiega qui (https://www.quechua.it/come-scegliere-tenda-a_205370) come scegliere il prodotto giusto per le tue esigenze e attività.

- Sacco a pelo: in questo caso, non c'è bisogno di privilegiare un sacco a pelo leggero né particolarmente compatto. Per il massimo comfort e una maggiore libertà di movimento, se ne consiglia uno di forma rettangolare. La maggior parte dei sacchi a pelo hanno anche la possibilità di essere uniti con un altro sacco a pelo tramite la chiusura lampo. Ricordati di guardare anche l'isolamento termico, che riflette la temperatura comfort, vale a dire quella in cui non si ha né freddo né caldo. Dipende dalla tua resistenza al freddo, dalla tua attrezzatura (materassino di isolamento dal suolo in particolare), l'abbigliamento, e le condizioni climatiche (umidità, vento, freddo...).

 

- Materassino: la scelta del materasso è importante perché è in parte garante di una buona nottata. I tre criteri da prendere in considerazione per dormire bene in campeggio, in ordine di importanza, sono: comfort, praticità, e, infine, leggerezza/compattezza. Per quanto riguarda la comodità, tutto si gioca a livello dello spessore, delle dimensioni e dei materiali. Più la superficie del materassino è piatta, più sarà comodo. Per quanto riguarda la praticità, dobbiamo considerare il gonfiaggio, la conservazione e il trasporto. Un materassino può dover essere gonfiato con una pompa esterna, può essere autogonfiante, oppure può essere dotato di una pompa integrata (in questo caso, saranno necessari solo 2 minuti per il gonfiaggio, e quasi altrettanto poco per lo sgonfiaggio). Per quanto riguarda la leggerezza e la compattezza, questo criterio si misura tramite il rapporto peso/volume: minore è il peso rispetto al volume, più il materassino sarà leggero e compatto.

Infine, la questione del comfort è molto soggettiva e personale. Andando in negozio, potrai senz'altro fare delle prove e vedere di persona quello che ti si addice meglio. Alcuni potranno anche optare per un lettino da campo.

- Illuminazione: durante i preparativi, non dimenticare le lanterne e altre luci ricaricabili. Ti consigliamo di portare due tipi di lampade: quelle che rimangono nel campo, da mettere a terra, su un tavolo o da appendere, e quelle mobili, come la Clic di Quechua, che faciliterà tutti i tuoi viaggi notturni . Criteri utili da guardare prima di effettuare la scelta: l'autonomia, la potenza d'illuminazione e il tipo di energia (pila o batteria).

- Set di pentole: che cosa c'è di meglio di una tavolata per condividere bei momenti con la famiglia e con gli amici?! Ci sono grandi set di pentole che comprendono diverse pentole e una padella in un unico prodotto, abbastanza per preparare da mangiare per 6/8 persone. Per evitare che piatti, posate, bicchieri, ciotole e scatole per il cibo si rompano, ti consigliamo di privilegiare la plastica. Per i pasti caldi e per soddisfare gli appassionati di tè o di caffè, porta un fornello e un bollitore.

Per un comfort ancora maggiore durante il tuo soggiorno, potrai portare anche:

- Mobili e sedie: per i mobili, c'è un'ampia scelta per soddisfare le tue esigenze in base al budget. Tavolo alto o basso, da 4 a 8 persone, sedai con o senza braccioli, sgabello, poltrona e sedia a sdraio esistono tutti in versione pieghevole ideata per il campeggio. Se c'è spazio sul tuo mezzo di trasporto, potrai anche portare mobili per la cucina e per riporre gli oggetti.
Altri mobili che possono essere utili: una cabina che si apre in un attimo, compatta e molto pratica per cambiarsi e fare la doccia.

- Borsa frigo: Esistono due tipi di borse frigo per tenere al fresco bevande e alimenti: quelle rigide e quelle morbide. Se la borsa frigo ti accompagnerà durante le passeggiate, un modello morbido fatto a zaino sarà perfetto. Invece, se rimarrà sul campo o ti accompagnerà semplicemente per un pic-nic, se ne raccomanda una rigida o autogonfiante. Questo ultimo modello di borsa frigo, la Arpenaz 26 Compact Fresh, di recente sviluppato dal nostro team rivoluzionerà la tua estate. Testata da un laboratorio indipendente, è il 60% più efficiente rispetto a una borsa frigo rigida tradizionale e il 40% più efficiente di una ghiacciaia elettrica. In altre parole, il cibo e le bevande restano freschi diverse ore più a lungo che in un altra borsa frigo. Accanto alla scelta del modello, presta attenzione alle dimensioni della borsa frigo, in modo che, una volta riempita, gli spazi vuoti non siano troppo grandi per evitare perdite di freddo.

Infine, per semplificarti la vita e se hai ancora un po' di spazio, potrai portare mazzi di carte, kit di pronto soccorso, pinze e stendibiancheria, carta da cucina, sacchetti della spazzatura, forbici, accendino, apriscatole e apribottiglie, condimenti, carta igienica, prodotti per la doccia, scopa e paletta, prolunghe, prese multiple, repellenti per zanzare o candele alla citronella e bacinella pieghevole, una spugna e un prodotto per lavare i piatti.

Passiamo ora alle attrezzature necessarie per i bivacchi. In questo caso c'è una regola d'oro: privilegiare prodotti leggeri e compatti che possano essere messi nello zaino.

> Tenda: i criteri sono gli stessi per la scelta di una tenda da campeggio, ma in questo caso saranno i tuoi bisogni ad essere diversi. Per combinare la leggerezza e la compattezza, rivolgersi ai modelli progettati specificatamente per il bivacco. E per il massimo comfort, ti consigliamo di prestare attenzione all'altezza della camera, che sarà anche il tuo spazio vitale. Ancora una volta, Jean-Baptiste, il nostro responsabile di prodotto, ci orienta nella scelta: scegliere la tenda. (https://www.quechua.it/come-scegliere-tenda-a_205370)

> Sacco a pelo: leggerezza e compattezza sono sempre importanti per un sacco a pelo che non deve occupare tutto lo spazio nello zaino.
Il sacco a pelo progettato per bivacco ha il cappuccio, per proteggere adeguatamente la testa contro il freddo. Di forma "a sarcofago", è più aderente al corpo, in modo che la superficie da riscaldare sia inferiore rispetto a un sacco a pelo rettangolare e che sia più leggero. Se hai intenzione di dormire in un ambiente in cui le temperature sono vicine a zero gradi, si consiglia di sceglierne uno imbottito di piume, che avrà anche il vantaggio di essere molto compatto e molto caldo. Come per il campeggio, ricordate che la temperatura comfort indicata sui sacchi a pelo è una questione di percezione e può variare in base alle persone e alle condizioni.

> Materassino: inseparabile dal sacco a pelo, serve a isolare dal freddo e dall'umidità del suolo. Rende la tua notte più confortevole, e quindi permette un migliore recupero dopo una giornata di fatica. Hai la possibilità di scegliere tra un materassino di gommapiuma, quello che si vede spesso arrotolato in cima allo zaino degli escursionisti, un materassino ad aria e un materassino autogonfiante. Il materassino in gommapiuma è molto leggero e resistente, ma poco compatto. Al contrario, i materassini ad aria o autogonfianti possono essere facilmente riposti in uno zaino e sono più comodi, ma a volte pesano un po' di più e possono essere fragili.

> Pentolame: si consiglia di portare con sé solo il minimo indispensabile, per ottimizzare lo spazio e il peso. I set da cucina sono l'ideale per questo utilizzo. Molto compatti, comprendono diversi utensili in uno: una pentola, un piatto che può anche fare da padella, una forchetta, un cucchiaio e un bicchiere. Sono realizzati in alluminio, che ha il duplice vantaggio di renderli leggeri e adatti per l'uso su un fornello o direttamente su una fiamma. Alcune pentola sono dotate di diffusore di calore. Situato sotto il prodotto, consente un migliore trasferimento del calore, aumenta l'efficienza e riduce il tempo di riscaldamento.

> Illuminazione: più necessaria per il bivacco che per il campeggio. È necessaria una lampada che occupi pochissimo spazio. Per questo ci sono le lampade multifunzione come la lampada da escursionismo Clic di Quechua. Può essere posizionata sulla testa per illuminare la strada, ma anche fissata all'interno della tenda, sui vestiti o sullo zaino. A seconda del modello, potrai avere a disposizione più di 10 ore di autonomia.

> Idratazione: che tu scelga una tasca acqua per bere direttamente camminando o una borraccia, non sottovalutare le tue esigenze i fatto di acqua.

Altri piccoli oggetti utili: una coperta di sopravvivenza, un accendino, una bussola, una mappa, un kit di pronto soccorso, vestiti caldi e barrette di cereali.

Ora che l'elenco del materiale essenziale per il bivacco è pronto, rimane la questione di come riporre le cose nello zaino. Affinché questo passaggio non sia più un rompicapo, ti mostriamo come ottimizzare lo spazio del tuo zaino

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vote
INIZIO PAGINA